I lettori

Io sono

La mia foto
Artista, fino in fondo al midollo dell'osso.. Sognavo una mansarda a Montmartre, il basco in testa, da vera Bohèmienne.. Una finestra che illuminava la mia tela dove i miei pensieri si posavano in amipie pennellate di colore.. Invece ho il desiderio prorompente di stabilirmi in UK, e chissà, magari un giorno nemmeno troppo lontano diventerò "devota" suddita di Sua Maestà la Regina d'Inghilterra!!

sabato 5 novembre 2011

ACQUA: DALLA VITA ALLA MORTE

L'acqua è un elemento con cui cominciamo a familiarizzare fin dai primi istanti della nostra vita: ci rimaniamo immersi per 9 mesi durante la gestazione materna, ci idratiamo con essa non appena veniamo al mondo.
Con l'acqua ci laviamo, con l'acqua alimentiamo le piante, con l'acqua alimentiamo anche noi stessi..
L'acqua ci dà la vita.
Ma quando succede che con la nostra vita non siamo capaci di rispettare ciò che ci circonda, ciò che ci circonda comincia a ribellarsi.
Da quando siamo apparsi su questo pianeta abbiamo iniziato piano piano a prendere il sopravvento su tutto ciò che ci trovavamo attorno, fin dagli albori della nostra comparsa. Negli anni il nostro intelletto si è sviluppato, e ci ha portato a sfruttare consapevolmente, ma spesso inconsapevolmente ciò che l'ambiente ci offriva. E mano a mano che progredivamo, sempre più diventavamo avidi e sempre più abbiamo cominciato a mancare di rispetto alla nostra Madre Terra.
Madre Terra però a un certo punto non c'è più stata a farsi sopraffare.
Solo che quando Madre Terra si ribella, lo fa, GIUSTAMENTE, con tutta la violanza che dispone: ed ecco terremoti che squarciano interi Paesi, ecco maremoti che ingoiano tutto ciò che trovano sul loro cammino, ecco tornado che fagogitano intere città, piogge monsoniche che inghiottono tutto, frane che investono ogni cosa, ed ecco che la natura ci mette davanti tutta la nostra fragilità di uomini, e noi impotenti subiamo quanto più di spietato appare ai nostri occhi.
In un attimo l'acqua, la donatrice di vita, così come ce l'ha data, così se la riprende, e noi impotenti assistiamo al nostro sfacelo.
La colpa è di tizio..no, no, la colpa è di caio..non, no, la colpa è di sempronio..
NO, LA COLPA E' DI TUTTO IL GENERE UMANO, che incapace di esser grato di quanto ricevuto in dono, accecato dall'avidità, dall'ingordigia, dall'avere sempre di più, dalla bramosia di ricchezza e lusso sfrenato, non guarda in faccia a niente e distrugge.
Così abbiamo distrutto con incuranza la barriera che ci proteggeva, l'ozono, permettendo alla nostra stella più bella, di prendere il sopravvento, scaldando il nostro pianeta e causando cambiamenti climatici disastrosi che piano piano ci stanno sterminando..
Se oggi piangiamo i nostri cari, i nostri amici, è solo colpa nostra, della nostra cupidigia, forse invece dic ontinuare a sbagliare puntando il dito contro il nostro vicino, dovremmo fare un esame di coscienza e vedere quanto del nostro ci abbiamo messo per arrivare fin qui, fino a tutto questo..

5 commenti:

TestadiC ha detto...

Le tue parole sono dure. Forse anche troppo per chi ha perso tutto e ha già pagato troppo.. però, per quanto dure, sono vere.
Hai ragione in tutto e per tutto. E' colpa nostra, di tutti, nessuno escluso.

Maraptica ha detto...

C'abbiamo messo tutta l'idiozia del mondo e siamo arrivati a tutto questo solo grazie al nostro disinteresse verso tutto ciò che ci circonda. La natura ne ha le OO piene e come ho scritto già altrove, se ci fa "fuori" è per ristabilire il suo equilibrio. Quello che non abbiamo saputo stabilire con essa, dimenticando che siamo parte di un sistema bilanciato. Un ciclo naturale che va rispettato per starci "dentro". Un bacio cara, che bel post :)

Debora ha detto...

@ TestadiC:
Le mie parole non vogliono essere un macigno da far cadere sulle teste di chi ha perso tutto e non solo a livello materiale, ma soprattutto a livello umano.
Le mie parole sono una fotografia di quello che la corsa edonistica al piacere personale ha causato in passato e continua a causare oggi.
Nel 1996 la Versilia venne colpita da un'alluvione che distrusse molti paesi dell'alta versilia, ci furono 14 morti, a firenze nel 1966 ci fu un'altra alluvione che seminò morte e distruzione.. A Natale 2009 ci fu un'alluvione che colpi parte della lucchesia e parte della provincia di Pisa seminando morte e distruzione.
Purtroppo quando l'uomo si eleva ad essere supremo la natura riporta l'equilibrio là dove si è sbilanciato.
Noi piangiamo i nostri morti, veniamo sopraffatti dal dolore ma come ho detto nel mio post, se TUTTI fossimo stati più umili, molte di queste tragedie non sarebbero successe.
Ti confesso che non mi piace avere ragione per queste cose, perché avere ragione significa che ci sono persone che sono state strappate dagli affetti dei propri cari, ci sono persone che con un'economia già traballante sono definitivamente in ginocchio, ci sono persone che non hanno più da scaldarsi, non hanno più un tetto sulla testa sotto il quale ripararsi, ci sono persone che non sanno più come pagare il mutuo di una casa che non c'è più, ci sono perosne che non sanno come dar da mangiare ai propri figli.
No, non vorrei avere ragione, ma questi sono i fatti, e a chi è spettatore impotente sale un sapore amaro in bocca per un'impotenza che non si solleva con 2 euro donati con un cellulare...

@ Maraptica:
Sì, hai detto bene, c'abbiamo messo prorpio tanto ma tanto tanto della nostra idiozia, aggiunta alla cupidigia e all'avidità per avere sempre più, sempre più, senza guardare in faccia a niente e nessuno..
E sì, che ci piaccia o no, la natura ne ha veramente le palle piene del nostro modo di fare incurante, e sì, piano piano, e con violenza sta riportando l'equilibrio che noi abbiamo distrutto con anni, secoli ere di stupidità..
Non siamo capaci di integrarci con ciò che ci circonda, ci sentiamo esseri superiori, e chi poteva insegnarci ad essere un tutt'uno con la Madre Terra l'abbiamo sterminato come se fossero germi nocivi..
Ed ora ci deve pensare l'ambiente a portare i piatti della bilancia in ex equo, con l'impeto che la contraddistingue e con la nostra cecità che non ci fa vedere l'equilibrio ma la distruzione..
Un bacio anche a te tesoro!!
A presto!!

DARK - LUNA ha detto...

Non potrei che essere daccordo... Anche se non tutto è evitabile e prevedibile...
Quello che sta accadendo a Genova è una tragedia terribile... non ci sono parole...
L'uomo, deve rendersi conto, prima o poi che è niente a confronto con la natura e deve smettere di sfidarla!

TestadiC ha detto...

Lo so che non vorresti aver ragione, purtroppo però ce l'hai, è proprio così. Quand'ero piccola c'era stata l'alluvione a Savona, esattamente come qui ora.. noi bimbi sfollati nelle scuole, morti, disastri, disperazione..e poi? Il Letimbro dopo vent'anni è in stato di abbandono come allora. Mi sembra emblematico. Per non parlare di tutto quello che potremmo davvero fare ogni giorno.. altro che 2 euro..
Hai fatto benissimo a scrivere questo post.

Related Posts with Thumbnails

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

100% AFFIDABILE

Il Blog Affidabile

A SPASSO CON BLUE AWARD


SPECIAL THANKS TO PAOLA

SPECIAL THANKS TO CHAILLRUN

KREATIVE BLOGGER AWARD

KREATIVE BLOGGER AWARD
SPECIAL THANKS TO PAOLA

PREMIO AMICIZIA 2011

PREMIO AMICIZIA 2011
SPECIAL THANKS TO PAOLA

ONE LOVELY BLOG AWARD

ONE LOVELY BLOG AWARD
Special Thanks to "La Redazione"

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG
SPECIAL THANKS TO ELENA

PREMIO LIEBSTER BLOG

PREMIO LIEBSTER BLOG
da CHAILLRUN

150° UNITA' D'ITALIA

150° UNITA' D'ITALIA
UN'ITALIA FATTA DI ITALIANI

METTI UN FINOCCHIO A CENA- BUON APPETITO Mr. B!