I lettori

Io sono

La mia foto
Artista, fino in fondo al midollo dell'osso.. Sognavo una mansarda a Montmartre, il basco in testa, da vera Bohèmienne.. Una finestra che illuminava la mia tela dove i miei pensieri si posavano in amipie pennellate di colore.. Invece ho il desiderio prorompente di stabilirmi in UK, e chissà, magari un giorno nemmeno troppo lontano diventerò "devota" suddita di Sua Maestà la Regina d'Inghilterra!!

sabato 4 giugno 2011

PUNTI DI SVISTA

Nanni Moretti in un suo famosissimo film diceva che le parole sono importanti..ed aveva ragione..
Oggi sono venuta a sapere che qualche giorno prima di Natale 2010, il figlio di una conoscente ha avuto un incidente in un paese vicino al mio, e nell'incidente è deceduta una signora..
Lei, giustamente, ma anche no, ha difeso a spada tratta suo figlio, il quale è indagato per omicidio colposo, mi ha descritto il luogo, la dinamica, mi ha detto chi era la deceduta, come è stata trovata dai soccorritori, che non stesse sul sedile come propriamente si dovrebbe stare e per di più era senza cinture..
Sono andata a cercare informazioni in merito..
Certo i giornali, pur di far notizia venderebbero la propria madre..però nel leggere gli articoli mi sono accorta che nell'arringa in difesa di suo figlio, la signora ha omesso di dire che nell'esame tossicologico che hanno fatto a suo figlio, sono state rinvenute tracce di cannabis..
Per carità..chi si fa una canna non è un drogato, e come bere una birra media non fa di un guidatore un ubriacone, lo stesso una canna non fa un drogato..però fatto sta che quando uno si mette alla guida con le regole che ci sono, deve essere illibato, deve essere un verginello e non lo è né chi beve una birra, ne chi fuma una canna.
Poi per carità, ci sono duemila concause e duemila fatalità che hanno giocato un brutto tiro..Lui che s'era fumato una canna, la donna che non era seduta correttamente né aveva le cinture allacciate..
E' stata una tragica fatalità, dove una donna è stata strappata all'affetto dei suoi cari, e un ragazzo di 28 anni rimarrà segnato per la vita per aver ucciso una vita a causa di una sua leggerezza...
Fumare, tabacco o cannabis, drogarsi o abusare dell'alcol è sempre sbagliato, danneggia noi in prima persona, e chi ci sta d'intorno in secondo luogo.
Rispetto, questo serve, lo dico sempre e non smetterò mai, rispetto per sé stessi, per gli altri e per le regole, solo così, tragedie di questo tipo ed altre possono essere evitate.

8 commenti:

chaillrun ha detto...

"Per carità..chi si fa una canna non è un drogato, e come bere una birra media non fa di un guidatore un ubriacone, lo stesso una canna non fa un drogato..però fatto sta che quando uno si mette alla guida con le regole che ci sono, deve essere illibato, deve essere un verginello.."

mi riallaccio a queste parole tue: ma sai allora quanti uomini/donna "vissuti" ci sono per strada? che della verginità ne hanno vago ricordo/concezione?
poi il destino è sempre lì: uno che raro che beva, che raro che spinelli, che raro che risponda al telefonino in auto.. lo una sola volta e quella basta.

passo buona parte della mia giornata in macchina e quando lo faccio mi concedo solo: me, il volante e i miei cd.
la strada s'è portata via una mia grossa fetta emotiva, non mi pare il caso di concederle altro.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

felice settimana cara Debby^^
un bacione :)

Maraptica ha detto...

Io personalmente non ritengo l'erba o il fumo una droga, ma tutto e relativo, il dosaggio è fondamentale in questi casi. Fatto è che... spesso, le cose vanno semplicemente come devono andare. Cioè, male.

Debora ha detto...

@ chaillrun:
Il momento del bischero capita a tutti, ci sono volte che va bene e si risolve tutto in una bolla di sapone, e delle volte che non si risolve nulla e va tutto a ramengo..
Purtroppo viviamo in una società dove si corre tutti troppo, sembra non ci sia mai il tempo nemmeno di respirare, pensa, persino quando si va in vacanza si ha fretta, e la fretta è cattiva consigliera.
Se tutti andassero con coscenza e seguissero le basilari regole della strada, stai tranquilla che incidenti mortali sarebbe difficile che accadano..
In questo esempio specifico ha sbagliato il figlio della mia conoscente, sia a farsi la canna che a fare la manovra azzardata che ha fatto che ha causato l'incidente, e ha sbagliato anche l'altra autovettura che nell'azzardare la manovra che ha compiuto s'è fatta travolgere dall'altra auto..
Se ognuno fosse rimasto al suo posto, non eravamo qua a disquisire.. Rimane il fatto, al di là di tutto, che una donna non è più coi suoi cari, e un ragazzo ha la coscenza rovinata a vita..
Basta una sola piccola distrazione, proprio come hai detto tu, una volta sola e se il destino in quel momento ti ha scelto come predestinato/a il gioco è fatto, è per questo che dico che ci vuole il triplo dell'attenzione.
Mi dispiace apprendere che la strada si sia portata via una grossa fetta emotiva tua, sono cose che difficilmente si superano,, certo si impara a conviverci, ma sarà difficile superarle completamente..Sì, credo tu non debba concedere altro, e credo che a coscienza non dovremmo lasciare che nessuno conceda mai questi favoritismi..Attenzione, attenzione e prudenza, solo così si può almeno provare ad evitare l'irreparabile..
Felice settimana anche a Te mia cara Chaillrun!!
un bacione!!

@ Maraptica:
L'erba o il fumo, come il tabacco, danno dipendenza, ma tutto va a seconda dell'uso che uno ne fa, c'è chi ne abusa e può dare effetti indesiderati..
Credo che le fatalità accadano, indipendentemente da tutto..
Con i se e con i ma, non si costruisce niente, certo è che già il destino è beffardo, se poi gli diamo pure una mano, allora è peggio..
Le cose vanno come il Disegno ha stabilito che vadano, e per quanto ci si possa sforzare di far andare tutto bene, capita che vada male..
Bisogna stare attenti, essere prudenti e cercare di moderare il famoso momento del bischero..
Un bacione!

Gianluigi ha detto...

Come tutte le cose è l'abuso che crea il danno. E siccome l'abuso molte volte non viene "corretto" nè dal sinoglo individuo, nè dallo Stato si fanno delle leggi molto punitive e stringenti.

Io non trovo giusto che visto che non si riesce debellare il problema si abbassino le soglie e si aumentino le pene come deterrente.


Mi seccherebbe parecchio finire in galera per un incidente che capitato ugualmente anche se quel mezzo bicchiere in più o quella canna non ci fossero stati.

Pensa che per debellare il terroismo avevano pensato di abolire i blog...

Gianluigi ha detto...

Come tutte le cose è l'abuso che crea il danno. E siccome l'abuso molte volte non viene "corretto" nè dal sinoglo individuo, nè dallo Stato si fanno delle leggi molto punitive e stringenti.

Io non trovo giusto che visto che non si riesce debellare il problema si abbassino le soglie e si aumentino le pene come deterrente.


Mi seccherebbe parecchio finire in galera per un incidente che capitato ugualmente anche se quel mezzo bicchiere in più o quella canna non ci fossero stati.

Pensa che per debellare il terrorismo qualcuno aveva pensato di non permettere l'accesso libero ai blog...

Debora ha detto...

@ Gianluigi:
E' certamente l'abuso a creare i danni, ma in tutte le cose..
"In media stat virtus"..Aristotele aveva ragione ma tutti se ne catafottono..
L'abuso non viene corretto da nessuno perché nella maggior parte dei casi non è nell'interesse né del singolo né dello stato: del singolo perché prova piacere nell'abusare, e dello Stato perché trae profitto dalle leggi molto punitive e stringenti che emana, ma che non servono ad arginare il problema, anzi, piuttosto intacca anche coloro che non c'entrano niente, come chi, dopo una birra media sfora il tasso minimo consentito e seppur in grado di stare al volante viene cazziato e mazziato alla stessa stregua di chi si spara un barile di birra+un barile di liquori+un barile di cocktail...
Ma certo che non è giusto abbassare i limiti di tolleranza con la "speranza" di risolvere il problema, il problema non si risolve così, e lo dimostra il fatto che quotidianamente assistiamo a scene tragiche di questa entità e anche peggio.. In questo paese Merdaland, si fanno leggi inutili che non servono a niente e servono solo a pulire la coscenza di chi le emana, dicendo, io la legge a tutela l'ho fatta, le persone la infrangono, cazzi loro.. Non si ragiona così, e te lo sai bene, io lo so bene, ma se cambiano continuamente gli orchestrali ma la musica rimane sempre quella, ci si potrà fare moolto poco..
C'è un modo di pensare, di fare, di gestire le cose che fa rabbrividire, chi ha idee innovative che potrebbe davvero risolvere le problematiche, che potrebbe davvero far cambiare la musica, viene caato meno di zero, e anzi, viene tarpato si sa mai facesse cambiare il vento e qualcosa cominciasse a girare dal verso giusto..
Pensa che io tre settimane fa ho fatto un incidente perché una testa di cazzo non ha rispettato il codice della strada, e per colpa della sua imbecillagine io gli sono andata addosso, scassando lo scooter nuovo di pacca e facendomi male alle gambe: tecnicamente la colpa è mia che ho tamponato, ma intellettivamente la colpa è sua perché ha infranto le regole..
C'è troppa leggerezza nel fare le cose, e chi ci rimette è chi invece le regole le ossequia e fa le cose come andrebbero fatte..
Il terrorismo, come la mafia, come la camorra e come tutto quello che ha a che fare con la malavita, non si estirtperà mai fin quando i soldi comanderanno e i poteri che dovrebbero vigilare sono collusi con la malavita..
Chi ha provato a dare un giro di vite e a provato a cambiare le carte in tavola è saltato per aria sotto quintali di tritolo, e ha ragione Crozza, se Eraclito cui è stata attribuita il famoso "panta rei" si svegliasse e venisse ai tempi nostri, si renderebbe conto che non scorre un cazzo, è tutto fermo e fossilizzato perché il mondo è pieno di papponi che fanno solo ed esclusivamente il proprio interesse e se ne sbattono il cazzo di ciò che li circonda..

Milo ha detto...

Ciao Debby!

Oggi penso che la guida dei veicoli sia un grande pericolo di gran lunga sottovalutato. Si fa tutti i giorni, la si ritiene una cosa normale come camminare. Ed è ormai indispensabile (per come è stata "impostata dall'alto" la nostra società.)

Ma non è così. In realtà, guidando un veicolo, si gira armati e senza sicura, come nel FarWest. Siamo di fronte ad un "bollettino di guerra": i morti ed i feriti sulle strade costituiscono un numero spaventoso!

Quindi zero concessioni, zero tolleranza con alcolici, droghe, e sostanze psicotrope in genere quando si guida un veicolo!!!
Nessuna distrazione al volante! Nemmeno la normale sigaretta, in realtà pericolosissima per chi guida! (Cade, brucia, ci si china per acchiapparla...)

Non stiamo camminando a piedi, bisogna ricordarselo sempre!

Io in passato ho commesso leggerezze imperdonabili al volante e posso solo ritenermi fortunato di non aver causato tragedie! Mi sono messo al volante dopo aver bevuto alcolici di ogni genere, e anche se mi sentivo "perfettamente sobrio" (è lì che sta la grande fregatura!!!) in realtà i miei riflessi e la percezione del pericolo erano alterati pesantemente. Guidando fumavo sigarette, con il telefonino sempre alla portata di mano e senza vivavoce (ancora non esistevano o quasi). Continui eccessi di velocità, guida troppo "sportiva"... Bah! E' andata solo bene a me e a chi mi stava nelle vicinanze.

Sono molto pentito.

Sto parlando dei miei trent'anni. Un imbecille pericoloso!


Questa è la mia testimonianza.


Un bacione!

Debora ha detto...

Milooooooooo!!!
Ciao mio caro amico!!
Sono d'accordissimo con te, guidare oggi è un gran pericolo decisamente sottovalutato, e no mi riferisco solo alle macchine alle moto o ai motorini, ma anche alle biciclette e a tutto quello che potenzialmente può arrecare danno a sé stessi e agli altri.
Sì, si fa tutti i giorni, e per questo sembra routine e si sottovalutano tanti aspetti..
E' vero guidare un veicolo è un arma senza sicura, e non ci se ne rende conto..
Come ho detto, secondo me alla guida bisognerebbe essere dei verginelli, solo così si può avvicinare a zero i rischi di fare cazzate, poi per carità il momento del bischero capita a tutti, anche a chi è sobrio come un acamicia bianca, ma se ci si mette l'aggravante allora è spregiudicato..
Io non fumo, e trovo che sia anche disgustoso oltre che puzzolente, ma soprattutto è una grandissima forma di distrazione, per cui abolito anche quello proprio perché può causare danni gravissimi..
E comunque credimi, anche camminare a piedi necessita di attenzione perché se uno è distratto rischia di causare danni anche essendo a piedi..
Purtroppo a 20/30 anni si commettono tante leggerezze, forti della gioventù e dell'essere invincibili..Poi grazie a dio, per alcuni, come per te, subentra la maturità che porta sennò e coscenziosità nel fare le cose, e si pone attenzione a ciò che si fa..
Ti credo quando mi dici di essere pentito, perché tu sei una di quelle poche persone che hanno messo giudizio, sono maturate e pongono attenzione alle cose che fanno..
Grazie di essere passato, il mio blog senza i tuoi commenti non è più lo stesso!!
Spero di leggerti presto, blogger senza te non sa di nulla!!
Un bacione e un abbraccione a Te e a Babs!!

Related Posts with Thumbnails

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

100% AFFIDABILE

Il Blog Affidabile

A SPASSO CON BLUE AWARD


SPECIAL THANKS TO PAOLA

SPECIAL THANKS TO CHAILLRUN

KREATIVE BLOGGER AWARD

KREATIVE BLOGGER AWARD
SPECIAL THANKS TO PAOLA

PREMIO AMICIZIA 2011

PREMIO AMICIZIA 2011
SPECIAL THANKS TO PAOLA

ONE LOVELY BLOG AWARD

ONE LOVELY BLOG AWARD
Special Thanks to "La Redazione"

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG
SPECIAL THANKS TO ELENA

PREMIO LIEBSTER BLOG

PREMIO LIEBSTER BLOG
da CHAILLRUN

150° UNITA' D'ITALIA

150° UNITA' D'ITALIA
UN'ITALIA FATTA DI ITALIANI

METTI UN FINOCCHIO A CENA- BUON APPETITO Mr. B!