I lettori

Io sono

La mia foto
Artista, fino in fondo al midollo dell'osso.. Sognavo una mansarda a Montmartre, il basco in testa, da vera Bohèmienne.. Una finestra che illuminava la mia tela dove i miei pensieri si posavano in amipie pennellate di colore.. Invece ho il desiderio prorompente di stabilirmi in UK, e chissà, magari un giorno nemmeno troppo lontano diventerò "devota" suddita di Sua Maestà la Regina d'Inghilterra!!

venerdì 15 aprile 2011

IMPRENDITORI E ALTRE AMENITA'

Purtroppo o per fortuna sono cresciuta in una famiglia di liberi professionisti, mio zio ha cominciato, mio padre e mio cugino hanno continuato la professione di avvocato, che, sebbene per due anni, avevo iniziato pure io iscrivendomi a Giurisprudenza, e che, guidata dalla cretinaggine dei 20 anni, ho mollato per perseguire un non meno indipendente lavoro di Geometra, dato che il mio diploma di maturita quello è, e che ho perfezionato con il tirocinio e l'abilitazione finale, con relativa nonché temporanea iscrizione all'albo professionale, e forse proprio per tutto queste vicissitudini, sono preparata a una "mentalità" imprenditoriale, come ha definito mio marito una volta in fase di chiacchierata..
Di fatto, un po' per carattere, un po' per educazione, un po' per vissuto, ho sempre avuto a che fare con liberi professionisti, persone che rispondevano esclusivamente a sé stesse del loro operato, e quindi, ora che invece mi trovo per necessità e non certo per scelta a dover rispondere a un qualcuno e rispondere purtroppo anche per altri di colpe ed operati a me non imputabili, mi fa girare nettamente i coglioni.
Com'è buon costume italiano, una volta che ci sediamo sulla nostra seggiolina, ci si sente oggi allenatori, domani medici, dopodomani imprenditori..
E c'è chi dice che l'improvvisazione è costume tipico dei napoletani, c'è chi dice siano maestri dell'arte dell'arrangiarsi, ma come tutti ben sappiamo, è molto facile vedere la pagliuzza nell'occhio del vicino, ed ignorare invece la trave che possediamo nel nostro di occhio.
L'arte dell'improvvisazione e dell'arrangiarsi è tipica di tutte quelle persone che vogliono fare ciò per cui non sono tagliate per fare.
Prendiamo ad esempio alcuni casi: per fare il medico, bisogna avere uno spiccato senso di solidarietà verso gli altri, una vocazione che ci porta a voler fare del bene e curare i nostri simili che hanno dei problemi di salute, e va fatto con competenza ed umanità, anzi, soprattutto con competenza ed umanità. Ci sono medici, oggi, che lo fanno solo ed esclusivamente perché si guadagna bene e si guadagna tanto e se ne catafottono del bene altrui e con l'umanità ci si puliscono il di dietro dopo che hanno evacuato. Ci vuole tatto nel comunicare certe cose ai malati, o ai propri cari, e il tatto è una delle tante cose che mancano ai medici di oggi giorno. Mi ricordo nel 2006, quando ricoverarono mio nonno, che ormai era arrivato al verde, come si suol dire.. Non riconosceva più nessuno, era per la maggior parte del tempo incoscente eppure si vedeva che stava soffrendo.. Andai dal dottore di turno, a chiedere cosa si poteva fare per alleviargli la sofferenza, e questo dottorino, che avrà avuto ma a dir tanto 10 anni più di me dall'alto della sua testa di cazzo mi rispose che cosa volevo farci, stava morendo, non c'era nulla da fare, solo aspettare.
Ringrazio ancora oggi, che in quel momento con me ci fosse mia madre, la quale ben consapevole che io sono come un fiammifero, basta una leggera brasata per farmi accendere, mi ha portato via per tempo, prima che mettessi sta testa di cazzo a far compagnia a mio nonno nell'attesa che spirasse pure lui, vista la risposta che mi aveva dato.. Se oggi può ancora esercitare la sua non professione di medico, lo deve solo a mia mamma.
C'è poi l'inflazionatissima professione di imprenditore. Basta poco per sentirsi tale, oggi poi, con l'esempio che ha dato Silvio, sempbra di assistere a una rivisitazione del cartone animato Ratatouille.. nel cartone animato, infatti il cuoco Gusteau afferma che tutti possono cucinare.. Oggi la stragrande maggioranza delle persone pensa che chiunque poss fare l'imprenditore. Peccato che per essere imprenditore necessita di avere dei coglioni cubi per farlo, bisogna sapere il proprio fatto, avere delle conoscenze tecniche del settore e avere soprattutto le capicità e la stoffa per essere imprenditore, e invece sono 9 anni che sono nel mondo del lavoro, e di veri imprenditori ne ho visti davvero pochi, e tutti quelli che mi si sono spacciati per tali, sono tutti stati delle emerite teste di cazzo.
Il Piccolo Principe ci insegna che "bisogna pretendere da ciascuno, ciò che ciascuno può dare", e allora per come siamo configuarti da un pezzoa  questa parte in questa bagnarola di paese, credo che si possa pretendere poco, visto che non solo chi governa, ma anche chi dovrebbe rivestire comunque dei ruoli direttivi importanti può dare davvero poco, e chi invece ha le palle cubiche e potrebbe fare davvero la differenza, viene messo da parte senza nemmeno un briciolo di considerazione.
Ci sono ditte che hanno una forza lavoro competente che chiudono i battenti perché i titolari, gli imprenditori, fanno scelte sbagliate che portano al fallimento della baracca, ci sono ditte che potrebbero fare dei numeri pazzeschi, e invece stanno a galla solo perché gli imprenditori sono delle merede, e si sa che gli stronzi galleggiano sempre.
E poi assistiamo a tragedie di inumana compresione perché si pensa alle puttanate invece che a tirar fuori il nostro paese da questo baratro.
Ieri sera parlando con una mia carissima amica che ha saltato l'appuntamento per la visita annuale per la tiroide, ho saputo che il prossimo appuntamento gliel'hanno dato per fine gennaio 2012...
Cioè, uno può tranquillamente morire.. E che nel foggiano, mi sembra, i genitori dei piccoli pazienti del reparto di oncologia dell'ospedale pediatrico hanno fatto una colletta per pagare loro gli stipendi a due medici affinché possano prestare le cure ai propri figli?
Ma si può sentire una cosa del genere?
E ultimo ma non ultimo, il caso di Lucia, la mia amica blogger, che nonostante abbia seri problemi di salute, si vede negare non solo il part time, ma anche ciò che le spetterebbe di diritto, e tutto questo perché in circolazione ci sono delle teste di cazzo che fanno fina di star male e accedono indisturbatamente alle pensioni di invalidità e atutto ciò che spetterebbe a chi invece di bisogno ne ha per davvero.
E quante volte mi è capitato di vedere Jaguar, Mercedes, BMW parcheggiate nei posti per gli invalidi con tanto di pass, e poi vedere questi ricconi caccolosi che si muovono autonomamente e magari anche ridenti e carichi di borse di shopping..
E' un paese schifoso, dove va avanti chi ha le conoscenze, ma non nel campo di applicazione delle stesse, ma in persone influenti..Va avanti l'amico dell'amico, fa carriera chi non è capace nemmeno di gestire il cambio del pannolino del proprio figlio,e le persone che hanno un valore, lavorativo e istituzionale, che potrebbero far la differenza, sono accantonate e messe da parte.
Che futuro ci aspetta?
A volte me lo domando, ma poi cambio subito pensiero, perché la fine del mondo non è di certo nel 2012, ma è un declino che sta avanzando piano piano, e che sopraggiunge grazie all'ignoranza e all'egoismo che la popolazione di questo pianeta sta perpetrando giorno dopo giorno a danno di sé stessa.

1 commento:

chaillrun ha detto...

Debby Debby ... cacchio ne hai dette di cose! L'avevo letto ieri sera il post, ma m'azzardo a scriverti solo ora, che son sicura che il fucile a canne mozze l'hai rimesso nell'armadio, il coltello di rambo l'hai rimesso a posto nella sua custodia legata alla caviglia e il mitra è doverosamente agganciato alla tracolla ascellare .. dimentico qualcosa?? ah sì: il tuo intelletto e la tua dialettica. Due armi che fanno invidia, specie per come le usi: sapientemente!!
Hai detto molte cose nel post, condivisibili .. ho dalla mia la fortuna di aver conosciuto, nell'ambito medico, persone professionali e umane, che spero non siano le classiche mosche bianche. Poi si sa ci sono certi tarocchi al mondo che una grigliatina al dedrè non glielo leverebbe pure la sottoscritta!!
Mi piace sentirti carica così, perché spero che quando stai così le cose che ti dan fastidio le butti fuori definitivamente e guardi avanti con più serenità!!!
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
cambio argomento: lunedì passerò di qua e ti penserò ... mentre ti starai godendo le sospirate ferie ... fortunella!!!!
Intanto passa un bel fine settimana, preparatorio per le vacanze, ma lasciati andare alla tranquillità, molla il freno e rilassati con un bel sorriso, che a te non manca mai!!!!
UN BACIONE ^^^^

Related Posts with Thumbnails

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

PREMIO BLOG PORTA FORTUNA

100% AFFIDABILE

Il Blog Affidabile

A SPASSO CON BLUE AWARD


SPECIAL THANKS TO PAOLA

SPECIAL THANKS TO CHAILLRUN

KREATIVE BLOGGER AWARD

KREATIVE BLOGGER AWARD
SPECIAL THANKS TO PAOLA

PREMIO AMICIZIA 2011

PREMIO AMICIZIA 2011
SPECIAL THANKS TO PAOLA

ONE LOVELY BLOG AWARD

ONE LOVELY BLOG AWARD
Special Thanks to "La Redazione"

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG

ECCENTRIC CONFUSED COOL BLOG
SPECIAL THANKS TO ELENA

PREMIO LIEBSTER BLOG

PREMIO LIEBSTER BLOG
da CHAILLRUN

150° UNITA' D'ITALIA

150° UNITA' D'ITALIA
UN'ITALIA FATTA DI ITALIANI

METTI UN FINOCCHIO A CENA- BUON APPETITO Mr. B!